Arte contemporanea nel contesto urbano a Torino

Con il ritorno in giallo è di nuovo possibile visitare mostre, musei e gallerie, che purtroppo sono stati fra i luoghi meno discussi nei dibattiti sulle riaperture. Cosa può offrire la città di Torino, nel vasto panorama culturale che la contraddistingue? Ci sono tre luoghi molto particolari, lontani dal centro città ma che incarnano il perfetto connubio fra ambiente urbano e arte contemporanea. Sono la Fondazione Merz, le OGR e la Fondazione Sandretto, che in comune hanno il riutilizzo dell’archeologia industriale al servizio della cultura.
#artecontemporanea #torino #archeologiaindustriale

L’evoluzione di RuPaul’s Drag Race

Nonostante un inizio abbastanza tiepido, la tredicesima edizione USA di RuPaul’s Drag Race sta arrivando all’ultimo episodio con il suo consueto successo. Dopo 12 anni di storia, il programma ideato dalla drag queen più famosa del mondo continua ad essere inarrestabile, annunciando addirittura l’inizio di altri due spin-off in Spagna e Australia. Quali sono gli ingredienti che hanno portato lo show al successo? Quali sono stati i problemi affrontanti nel corso della sua storia? In questo nuovo articolo, @privaterubberduck spiega quali siano i motivi per cui continua ad essere un elemento rilevante della cultura LGBTQ+ non solo USA.
#rupaulsdragrace #dragrace #dragqueen #lqbtq+ @rupaulsdragrace @dragraceukbbc @rupaulsdragcon @leedawsonpt

#stopasianhate: un problema a lungo sottovalutato

Gli Stati Uniti si ritrovano a fare i conti con uno storico problema, sottovalutato da decenni: il razzismo nei confronti delle minoranze asiatiche. L’attentato alle Spa di Atlanta del 16 marzo, costato la vita a otto vittime, ha confermato che non si parla più di casi isolati ma di qualcosa di più radicato e sistemico, come tristemente denunciato dal movimento #stopasianhate. Le aggressioni proseguono senza che la polizia americana sembri seriamente intenzionata a fare qualcosa per arginare questa situazione, risultando a volte anche complice.

#stopasianhate #razzismo #odiorazziale #statiuniti #usa #atlanta #aggressioni

Il caso Sarah Everard

3 marzo, Londra. Sarah Everard sta tornando a casa dopo essere stata a casa di un amico. Indossa dei pantaloni lunghi e una giacca larga e percorre una strada illuminata, telefono in mano. Dopo una chiamata al fidanzato effettuata poco dopo le 21, nei pressi della stazione di Clapham Junction, di lei non si hanno più notizie. Il suo corpo senza vita sarà ritrovato il 10 marzo, nel Kent.

Nell’articolo di oggi @Daniela Carrabs racconta il peso che questa vicenda ha avuto sull’opinione pubblica, evidenziando come il dialogo sui problemi di genere sia tutt’altro che superato. In un recente studio delle Nazioni Unite, infatti, si calcola che in UK l’80% delle donne di tutte le fasce d’età ha subìto molestie in luoghi pubblici, 97% nella fascia fra i 18 e i 24 anni.

Ma il caso Sarah Everard non ha scosso solo il Regno Unito. Per l’ennesima volta ci si ritrova a discutere della sicurezza delle donne, della violenza di genere e dell’atteggiamento eccessivo della polizia.

#saraheverard #97percent #reclaimthestreets #yesallwomen
#cronaca #femminismo #femminicidio #londra @unwomen @nonunadimeno

Le conseguenze sociali del Covid: #StopAsianHate

Le aggressioni razziste nei confronti di cittadini di origine asiatica sembrano aumentare, soprattutto dopo il Covid-19.
Daniela Carrabs ci parla del movimento #StopAsianHate, nato negli USA in risposta a queste discriminazioni.
L’associazione si prefigge di portare all’attenzione pubblica questi episodi e combattere gli stereotipi alla base di queste violenze.

@stopaapihate @a3pcon

I 100 anni del Monello

“The Kid”, primo lungometraggio del celebre Chaplin, compie quest’anno ben 100 anni. Benché il film sia oggi quanto di più lontano dai nostri standard cinematografici, si tratta comunque di una pellicola che ha avuto un’importanza fondamentale per la storia del cinema, giacché ha segnato un punto di non ritorno per quanto concerne narrazione e tecnica del cinema muto.
Oltre a essere un valido testimone dei primi decenni di vita dell’arte cinematografica, “Il Monello” rappresenta anche un pezzo di vita del regista: il tema del bambino abbandonato e maltrattato dalle istituzioni è infatti un richiamo alla difficile infanzia vissuta da Chaplin stesso.
In “The Kid”, infine, compare un personaggio, destinato a divenire una vera e propria icona della cultura pop. Si tratta del “monello” Jackie Coogan, che negli anni ’60 interpreterà il ruolo dell’insuperabile zio Fester. Allo stesso Coogan, inoltre, va ascritto il merito anche del cosidetto “Coogan Act”. Si tratta di una legge creata a tutela dei profitti degli attori minorenni, che Coogan ispirò a seguito di un’azione legale intrapresa contro la madre.

La malnutrizione nel primo mondo: i deserti alimentari

Nell’articolo di Daniela Carrabs, secondo il dipartimento dell’agricoltura statunitense, quasi 24 milioni di cittadini non hanno libero accesso a frutta, verdura e prodotti freschi. Queste persone vivono nei food desert, aree desolate in cui il junk food e la povertà prevalgono e il primo supermercato può trovarsi anche a decine di chilometri di distanza. Come è possibile che questo accada in uno dei paesi più ricchi del mondo?

#malnutrizione #desertialimentari #obesità #fooddesert #junkfood #discriminazionerazziale

Quando la Mole perse la guglia

Da protagonista di polemiche a simbolo più amato dello skyline torinese: la Mole veglia sulla città da più di un secolo. Difficile immaginarla diversa o peggio, assente. Nel 1953 si corse questo rischio.