Donald Trump bannato da Twitter: chi controlla chi controlla?

Antonio Ruggiero, nel suo nuovo articolo, ci parla della decisione di sospendere gli account di Twitter e Facebook del presidente uscente Donald Trump, decisione che ha sollevato un’importante questione della nostra epoca.
È giusto che account e possibilità di parola vengano negati a discrezione di criteri e motivazioni decise esclusivamente da vertici aziendali?
Dobbiamo permettere che le potenti aziende Big Tech si riservino questo esclusivo potere di far parlare fin quando non si risulta scomodi?

La brutalità della polizia albanese

L’Albania è in rivolta. L’uccisione di un ragazzo di 25 anni da parte della polizia ha acceso la miccia che ha avviato le rivolte che infiammano Tirana da giorni. La potenza di queste ha portato a diverse risposte all’interno dei palazzi del potere albanesi.

FAMOSO, dove il rap italiano non è mai arrivato

Sfera Ebbasta alla conquista del mondo: Famoso è sulle prime posizioni di tutte le classifiche. Il rapper di Cinisello Balsamo consacrava il suo talento oltreoceano con collaborazioni mai viste prima d’ora per un artista italiano. Le hit sono tante e i feat importanti, in un progetto più che mai internazionale.
La sua trap è cambiata, pur rimanendo sempre la stessa.

PlayStation 5, la rivoluzione di Sony

La next gen videoludica è ormai alle porte anche con l’imminente uscita di PS5. La nuova console di Sony promette prestazioni strabilianti che possano far entrare i videogiocatori in una nuova, spettacolare era del gaming. Le premesse ci sono tutte : una nuova GPU che compete direttamente con la rivale XBOX ed una nuovissima architettura per la CPU. Non solo pregi, ma anche diversi difetti contornano l’uscita della nuova ammiraglia della casa giapponese. Scopriamo insieme i dettagli del prossimo punto di riferimento del gaming su console.

Il grido di disperazione dei commercianti, soffocato dai rivoltosi

Il grido di disperazione dei commercianti continua a riecheggiare nelle strade di tutta Italia.  Ieri sera è stato il turno di Torino, dove quella che doveva essere una protesta pacifica guidata da piccoli imprenditori è sfociata da subito in una rivolta carica di violenza e risentimento verso le autorità.  Piazza Castello, ore 20:30. I torinesi…

Irina Slavina, il suicidio di una giornalista troppo scomoda

Una persecuzione durata anni, fatta di minacce, intimidazioni e l’arresto di tutti i suoi collaboratori. “Per piacere, date la colpa della mia morte alla Federazione Russa”. Sono state queste le ultime parole, postate sul suo profilo Facebook, di Irina Slavina, prima di recarsi di fronte alla stazione di polizia della sua città, Nizhny Novgorod, dove…

Angelo Becciu, l’ingiusta gestione dei fondi vaticani

Un nuovo terremoto fa scalpore all’interno della Chiesa e mette in dubbio i valori su cui si fonda lo stesso Stato Vaticano, mentre i dubbi sulla gestione delle cariche da parte di Papa Francesco continuano ad aumentare.  L’epicentro di tutto è avvenuto il 24 settembre, quando la Sala Stampa della Santa Sede annuncia con un…

L’ultimo dittatore d’Europa

Le fiamme della rivolta sembrano ardere più che mai e la fine delle proteste post-elezioni è sempre più lontana. I violenti scontri tra i dissidenti e le teste di cuoio continuano imperterriti da tre settimane, sin da quando le elezioni nazionali del 9 agosto scorso hanno decretato vittorioso il Presidente Lukashenko per la sesta volta…

Il Libano che non rimarrà fermo a guardare

Beirut è in fiamme, l’intero stato del Libano è ad un passo dalla rivolta generale. In migliaia sono scesi  nelle strade della capitale per un governo che risultava già precario prima della tragedia di martedì scorso, ma che ora non può far altro che soccombere di fronte alle grida disperate di donne e uomini libanesi. …