Una newsletter a colazione

La newsletter è uno strumento di marketing con finalità informative ma ha anche un forte valore emozionale, capace di instaurare un rapporto diretto con il lettore.

Oggi su The Password vi proponiamo quattro newsletter – a nostro avviso- imperdibili!

La storia della lira tra le due guerre

Seconda parte della storia della Lira tra le due guerre.

A causa dei costi bellici, aumentò l’inflazione e la moneta si deprezzò. Nei primi anni Venti la situazione migliorò, ma l’intervento diretto di Mussolini, per contenere l’inflazione, fece crollare la lira. Per cercare di difenderla, stabilì che la Banca d’Italia fosse l’unica responsabile dell’emissione biglietti; ridusse il debito del tesoro nei confronti della Banca centrale e stabilizzò il debito.
Nel 1930 si andarono a ridurre gli investimenti in impianti e attrezzature, che porteranno a una riduzione della produttività, che il governo maleinterpretò, riducendo ancora di più la produzione. I titoli persero valore, cosicché tutti i creditori si precipitarono in banca per prelevare i propri soldi, mandando in crisi il sistema bancario.
Nel 1936 si decisero a svalutare la moneta e a sospenderne la convertibilità, rendendola più competitiva, anche se i benefici si videro poco, a causa della crescente spesa pubblica.

La brutalità della polizia albanese

L’Albania è in rivolta. L’uccisione di un ragazzo di 25 anni da parte della polizia ha acceso la miccia che ha avviato le rivolte che infiammano Tirana da giorni. La potenza di queste ha portato a diverse risposte all’interno dei palazzi del potere albanesi.

Etiopia: cos’è successo tra governo federale e Fronte di liberazione del Tigré

Oscurato dalla seconda ondata di Covid 19 e con le poche informazioni che trapelavano a causa dell’assenza di giornalisti nella regione, il conflitto in Etiopia sembra essere passato in sordina, nonostante nel giro di un mese abbia fatto migliaia di morti e circa un milione di sfollati.
Il governo federale di Abiy Ahmed, considerate illegittime le elezioni nella regione del Tigray e usando come pretesto l’attacco delle forze tigrine alle basi dell’esercito federale, la notte tra il 3 e il 4 novembre scorsi ha lanciato l’offensiva militare contro le forze ribelli del TPLF.
Il 28 novembre il primo ministro ha annunciato la presa di Mekelle (capitale tigrina) arrivando così alla fine delle ostilità, ma non di certo alla conclusione della crisi umanitaria.

Meditazione: dieci minuti ogni giorno per iniziare a vivere davvero

La meditazione è antichissima, nata come pratica mistica e religiosa. Si perde nei meandri dell’umanità, tramandata dai Naacal del Sud America in India. All’inizio era un rituale elitario, riservato a pochi uomini eletti, a cui era data l’occasione di compiere un percorso pieno di ostacoli; era così possibile raggiungere “l’illuminazione”, la completezza dell’Io. Alle donne questo sapere era invece precluso, così da costringerle a praticarlo in casa, di nascosto. Solo negli anni ’50 la meditazione approda tra i laici, abbattendo anche le barriere di genere. Si può abbozzare una mappa della meditazione che percorre l’intero globo, attraversando il Messico dove le scuole di yoga e meditazione erano perseguitare dalla Chiesa; il Marocco, dove si praticava di nascosto, osteggiati dalla religione islamica; si arriva fino ai Druidi, in Europa. Oggi la meditazione si colora di contemporaneità, scende dalla vetta pura dell’Himalaya e apre nuovi percorsi nel quotidiano. Occorre solo il silenzio, una mente in ascolto, il cuore aperto. Respirare e inspirare, fino a guardarsi dentro e riabbracciarsi.

Come rendere i tuoi pacchetti regalo più sostenibili

Sempre di più si parla – soprattutto di recente, con la diffusione di una maggior coscienza ecologista – dell’impatto sociale e ambientale provocato dalle festività natalizie.
Per rendere il Natale un momento più “ecologico”, le alternative sono molte: la scelta dell’albero, dei regali, del menù del cenone, e persino del come presentare i regali.

Esistono diversi modi per presentare un regalo, senza ricorrere alle tipiche carte rosso-oro-verdi plastificate (e quindi non riciclabili) e alle montagne di scotch non riutilizzabile.

Qualche idea semplice, economica, ma soprattutto ecologica, per dei pacchetti regalo più sostenibili.

#ecotips #sostenibilità #ecologia #ambiente #riciclo #riuso #Alicetarditi #autoproduzione #riciclocreativo #zerowasteitalia #zerowaste #plasticfree

Thomas Sankara: l’uomo che fece sognare l’Africa

Thomas Sankara: l’uomo che fece sognare l’Africa.
Siamo nell’Africa degli anni Ottanta, il continente è dilaniato da miseria e fame, le ferite lasciate dal colonialismo sono ancora molto profonde e, come se non bastasse, la tensione politica è ai massimi storici a causa della Guerra Fredda tra le due super potenze, USA e URSS.
È proprio in questo periodo che il giovane presidente di un piccolo Paese africano, l’attuale Burkina Faso, si fa portavoce di idee rivoluzionarie e fortemente anticolonialiste che mettono in primo piano i diritti dei suoi cittadini, in un’Africa che non vuole più essere schiava, attirando su di sé gli occhi dei giganti della politica mondiale.
Il suo nome è Thomas Sankara.

La storia della lira dall’Unità alla prima guerra mondiale

Sono ormai diffusi i nostalgici della lira, accaniti contro la nostra nuova moneta, l’euro. Eppure, la moneta è uno strumento particolarmente potente e pericoloso: vediamo quali sono gli avvenimenti che hanno riguardato la lira tra l’Unità d’Italia e l’inizio della Grande Guerra e i relativi risvolti sull’economia e conseguentemente sul benessere degli italiani.

QAnon: la nuova setta pro Trump che (non) ci meritavamo

Le forze del Male sono sempre in agguato, ma un eroico informatore, Q, ha preso coraggio e da anni diffonde su varie piattaforme piccole verità note solo all’intelligence degli Stati Uniti. Grazie alle sue dichiarazioni ora sappiamo che un gruppo di satanisti pedofili è ai vertici del potere, ma non temete, c’è un faro nel buio giunto per debellare questa piaga, e il suo nome è Trump, Donald Trump.
Sembra una barzelletta, ma è questo il fondamento di QAnon, la teoria del complotto che dal 2017 diffonde fakenews credute veritiere dai numerosi seguaci, ora diffusi in tutto il mondo.

“Senza farmi male”: disco di esordio di Edoardo Nocco

The Password ha intervistato Edoardo Nocco, giovane artista del savonese laureato al Conservatorio di Cuneo, in occasione del lancio del suo primo disco “Senza farmi male”.

Edoardo ci racconta di essersi appassionato alla musica in tenera età, e di aver individuato in essa un mezzo per esprimere il suo mondo interiore e la sua creatività.

Il disco è infatti uno spaccato di vita e di esperienze, il cui comune denominatore è un rinnovato senso di speranza e rinascita.

I brani di “Senza farmi male” sono frutto di un percorso musicale di lunga durata, che ha permesso a Edoardo di sviluppare una propria identità artistica, ricercando un equilibrio tra la propria necessità di esprimersi e la tecnica.